CREATO UN COMITATO SICUREZZA COVID: MERCOLEDÌ' L'INCONTRO CON LE AUTORITÀ' REGIONALI

CREATO UN COMITATO SICUREZZA COVID: MERCOLEDÌ' L'INCONTRO CON LE AUTORITÀ' REGIONALI

Il Comitato Regionale LND del Friuli Venezia Giulia, raccolto ed elaborato i dati dei questionari finora ricevuti, al fine di comprendere le loro criticità e individuare le maggiori problematiche relative all’emergenza Covid 19, ringrazia sinceramente le Società per il pronto riscontro, invitando ad un celere invio quelle che ancora non vi hanno provveduto. Alto senso di responsabilità e grande spirito di collaborazione sono state le caratteristiche che maggiormente hanno contraddistinto le Società in queste settimane precedenti alla ripartenza. Le risposte fornite sono state vagliate ed elaborate dallo staff incaricato composto dal Dott. Stefano Rismondo, Responsabile dell’unità di servizio di prevenzione e protezione dell’Università di Trieste, dall’Avvocato Giulio Mosetti esperto consulente in materia di lavoro, formazione e sicurezza, e dal Dott. Daniele Di Benedetto responsabile medico del Comitato Regionale. Un apposito Comitato Sicurezza Covid, in cui tutte le componenti federali saranno coinvolte, condividerà un set di documenti necessario ad armonizzare il Protocollo della FIGC con le disposizioni previste dal DPCM e dall’Ordinanza regionale. Tale documentazione dal carattere operativo, previa condivisione anche con le Istituzioni della Regione Friuli Venezia Giulia, verrà messa a disposizione delle Società per permettere una ripresa sicura. Il Comitato Regionale ringrazia sin d’ora per la disponibilità il Vice Presidente e Assessore alla Salute – Dott. Riccardo Riccardi – ed il suo staff con cui è calendarizzato un incontro mercoledì 2 settembre presso la sede della Protezione Civile di Palmanova al fine di armonizzare e condividere quanto predisposto. Ripartiamo in sicurezza, in piena unità di intenti, per diffondere tra le famiglie, gli atleti e gli appassionati, la giusta “sensazione di sicurezza”, che non dev’essere mai sottovalutata, soprattutto in questo difficile momento di emergenza sanitaria mondiale.